Pillole da Wimbledon: Sebastian Coe e un campo distrutto

0
3

giovedì 4 luglio

  • Durante l’Independence Day americano, che paradossalmente è anche giorno di elezioni quest’anno in Inghilterra, nel Royal Box di Wimbledon sono stati invitati Lord Sebastian Coe, leggendario mezzofondista britannico e attualmente Presidente di World Athletics, la federazione internazionale di atletica leggere, e anche il Presidente ITF David Haggerty, a Wimbledon per presentare l’entry list ufficiale di Parigi 2024.
    Nella lista degli invitati anche i signori Michael e Carole Middleton, genitori della Principessa di Galles Kathrine, quest’anno insolitamente assente da Wimbledon a causa dei suoi noti problemi di salute
  • A Wimbledon ogni giocatore importante al termine del match passa da una sala stampa collegata a circuito chiuso con le postazioni dei giornalisti. A volte però la procedura non è perfettamente sincronizzata e così capita che i giocatori si siedano al tavolo in attesa. E’ quello che è accaduto a Elena Rybakina dopo la vittoria contro Laura Siegemund. Mentre aspettava, ha cominciato a parlare con un giornalista. Il problema, però, è che il suo microfono era già aperto. Cosa ha detto Elena? “Il campo 2 era distrutto. Non so come faranno da qui alla fine del torneo visto che al secondo turno è già in queste condizioni”. Parole che probabilmente non avrebbe pronunciato, sicuramente non in questa forma, se avesse saputo che sarebbero state diffuse a tutti. Non appariranno comunque nel transcript, visto che l’intervista ufficiale è iniziata subito dopo.

mercoledì 3 luglio

  • Fabio Fognini come Rosewall e Federer (in attesa di Djokovic).
    Fino al pomeriggio del 2 luglio 2024, erano solo due giocatori i over 37 a vantare una vittoria in uno Slam contro un top 10 da quando esiste il ranking ATP (1973). Battendo Casper Ruud, Fabio Fognini si è unito a Ken Rosewall e Roger Federer [fonte: Twitter @OptaAce]
  • Mirka Federer, che con il ritiro di suo marito Roger Federer sicuramente avrà un po’ di nostalgia di tennis dal vivo, era sul campo centrale per l’ultimo match in programma, quello vinto da Jannik Sinner in quattro set contro Matteo Berrettini. La dolce metà del 20 volte campione Slam non sarà rimasta sicuramente delusa dallo spettacolo

Tutte le pillole di lunedì 3 luglio