Darderi: “Sono contento della mia prestazione su erba. Musetti ha meritato, spero possa andare avanti”

0
7

Nel derby italiano tra Luciano Darderi e Lorenzo Musetti è stato il tennista di Carrara a trionfare dopo 3 ore e 51 minuti di partite con il risultato di 6-4 4-6 6-7(5) 6-4 6-4, strappando il pass per il turno successivo dove se la vedrà con Francisco Comesana, capace di battere anche lui in cinque set l’australiano Adam Walton. Onore ai vinti verrebbe da dire poiché Darderi saluta Wimbledon a testa altissima.

“Fisicamente mi sento bene – racconta Darderi -. È un peccato perché è stata una partita molto tirata, però lui è un grande giocatore, quindi, sono contento per il livello che ho dimostrato in campo con poche settimane su erba alle spalle. Abbiamo dato battaglia, lui ha fatto qualcosa in più e si è meritato la vittoria”

Sul momento dove ha girato la partita, Darderi si esprime così: “Penso che ho perso la concentrazione su qualche servizio, i break al quarto e al quinto set specialmente. Lui ha tenuto bene il suo servizio, nulla da dire, gara difficile. Adesso pensiamo ai prossimi tornei che arrivano su terra come Amburgo, Umago e poi le Olimpiadi”.

Cosa lascia questa partita? Darderi spiega: “È importante perché Musetti è un grande giocatore su erba, ha fatto semifinale a Stoccarda e finale al Queen’s. Sono contento perché potermela giocare così anche su erba è un qualcosa di buono essendo il mio primo anno, ho tantissimo da migliorare e dovrò lavorare a partire da domani “

Infine, una proiezione sul suo futuro su erba: “È una superficie diversa, non so se giocherò meglio tra qualche anno o se questo è il mio massimo. Sicuramente più gioco e più riesco a prendere ritmo. Ho fatto un bel torneo, spero che Musetti possa andare avanti così come tutti gli italiani. Stiamo facendo un ottimo lavoro”